Top
  >  Piemonte   >  Il bosco delle meraviglie: parco emozionale a pochi km da Torino.

Sant’ Ambrogio di Torino – 30 km da Torino

“Un percorso fantastico, interattivo, in un vero bosco incantato, tra orchi, fate e cavalieri,
dove i bambini saranno i protagonisti e gli adulti torneranno bambini.
Un bosco fuori dal tempo, dove virtù, lealtà e altruismo,
saranno gli ingredienti necessari per affrontare streghe, gnomi e lupi mannari”

Così viene descritta l’attività nel sito ufficiale.

Il percorso, attrezzato lungo un sentiero laterale nel bosco che si percorre per raggiungere la Sacra di San Michele, ha effettivamente qualcosa di magico.

Nel cuore della Val di Susa, un gruppo di validi attori professionisti si propongono di far vivere ai bambini un emozionante viaggio tra orchi, fate e fantastiche creature. Le ambientazioni sono fatte bene e sono molteplici. La storia è raccontata da professionisti che maneggiano una buona formazione teatrale e i bambini ne sono colpiti. L’intento è quello di far si che i bimbi possano mettere alla prova le loro capacità relazionali e di gestione delle emozioni, dall’euforia allo scetticismo, allo stupore ed anche alla paura.

Camminando lungo il sentiero il cantastorie offre ai bambini diverse emozioni ed al contempo anche gli strumenti per accoglierle e superarle. Lungo il tragitto i bimbi vengono anche coinvolti nella raccolta di oggetti e nell’interazione con i personaggi fantastici.

Delle tre avventure che sono disponibili, noi abbiamo partecipato alla “Maledizione dell’Orco“, nella quale “Solo chi possiede un cuore sincero e un animo altruista potrà avvicinarsi al Generale Orco… raggiungete la Radura degli Alberi Storti e state molto attenti… il Bosco delle Meraviglie vi verrà in aiuto…”…così ha detto l’Albero Parlante.

Sant’Ambrogio di Torino, parco emozionale “Bosco delle Meraviglie”

A nostro avviso c’è certamente da apprezzare un notevole sforzo e tanta professionalità; ci è però parso tutto un po’ troppo di matrice disneyana, motivo per cui c’erano troppe battute quasi più comprensibili dagli adulti e traspare l’intento di voler imitare più un cartone animato che uno spettacolo teatrale.

C’è da dire che la nostra Valentina era forse un po’ troppo piccolina (3 anni) ed era più interessata ai tronchi e ai sassi. I bimbi più grandicelli erano decisamente più partecipi e coinvolti.

Nel complesso l’impressione è comunque stata ottima e ci rimane la curiosità di vedere gli altri due “episodi”. Forse tra qualche anno però.

Segnaliamo che il prezzo a persona è relativamente elevato per cui valutate se mandare un solo adulto ad accompagnare i figli.

Il Bosco delle Meraviglie: informazioni pratiche

Indirizzo: 
Via Umberto I, 102 – 10057 Sant’Ambrogio di Torino (Torino)

Orari: 
Mattino: partenza storie alle 9.30
Pomeriggio: partenza storie alle 14.30 

ATTENZIONE: l’attività dura circa tre ore, per cui in caso di partenza al mattino è necessario organizzarsi con un pranzo al sacco oppure prenotato in una delle trattorie limitrofe. Noi abbiamo mangiato benissimo all’Osteria del Merlo.

Tariffe:

Biglietto intero: 14 €
Biglietto ridotto: 11,50 € (gruppi organizzati, scuole)
La Prenotazione è OBBLIGATORIA con almeno alcuni giorni di anticipo. 

Per ulteriori informazioni e per le prenotazioni potete telefonare al numero 011-9323021 oppure consultare il sito del Bosco delle Meraviglie.

Al momento della prenotazione vi verrà inviata una mail estremamente ricca di dettagli ed informazioni utili.

Fateci sapere se ci andate e le vostre impressioni.

Buona avventura!

post a comment